Jack Day a Mereto di Tomba 2018

Jack Day a Mereto di Tomba 2018Jack Day a Mereto di Tomba 2018

Sabato 13 gennaio (dalle ore 10:00 alle ore 19:00).

Scopri in questo articolo, le origini del Jack Day, una delle prime feste paesane friulane dell’anno.

Nel corso degli anni il Jack Day a Mereto di Tomba (UD) è diventato un appuntamento importante tra le feste dedicate alla cultura del maiale.

Ma andiamo con ordine, vediamo le origini di questa bella manifestazione.

Grande nevicata dell’ ’85: alcuni amici del paese, nell’impossibilità di muoversi con l’auto o altri mezzi, si ritrovarono a casa del “Pit”. Ognuno portò qualcosa e, tra una risata e del vino, nacque l’idea di proporre il “Jack Day”.

Ma da dove viene il nome Jack Day?

Di solito, chi alleva maiali sceglie un nome per il proprio animale. Nel nostro caso, il maiale di Pit (Enore di Pit) si chiamava Jack. Dal 1989 questa conviviale giornata è diventata un’occasione per riunire tutto il paese in un momento di festa. Visto che la voce dell’esistenza di questa iniziativa si stava spargendo oltre ai confini paesani, richiamando sempre più gente “da fuori”, Enore di Pit è stato aiutato a portare avanti questa iniziativa dalla locale Pro Loco.

Da allora, ogni secondo sabato del mese di gennaio, vede i “Purcitars” dare dimostrazione della propria maestria.

Si può assistere a come vengono tagliate le diverse parti del maiale, impepate, salate e insaccate. In cucina si preparano panini con brusadule, fegato con cipolla, crostini di pane con l’impasto di salsiccia, polenta e muset, il minestrone, minestra di riso e verze, patè di fegato, ossa, ecc.Perchè in fondo si sà: del maiale non si butta via niente.

Nell’organizzazione sono coinvolte circa cinquanta persone, di cui quindici purcitârs, che si alternano nella preparazione di tre maiali.

 

“Intant che i purcitars lavorin i amis a mangin e bevin. Brusadules, luanie, muset, miestron, nol mancje un bon taj di vin. Si scomence tor da las 10 di buinore e si va indenant fin che je robe… e chel cal vûl al pòl ançie partà a çiase un bon tajut e brusadules, mignestron cu las crodies, luianie e muset cun la polente, vues e tor la 5 di sere rîs cun lis verzis”.

No entrata, ma offerta libera!!! Ditelo anche ai vostri amici!!!

Per maggiori informazioni su queste e altre iniziative a Mereto di Tomba, consultate il sito della locale pro loco:

http://www.prolocomeretoditomba.it