Festa Regionale del Vino Friulano a Bertiolo (UD)

La Festa Regionale del Vino Friulano a Bertiolo, in provincia di Udine, ti dà appuntamento dal 9 al 24 marzo 2024.

Clicca QUI per vedere il programma dettagliato della 75^Festa Regionale del Vino Friulano di Bertiolo

Una festa per scoprire il bel borgo di Bertiolo. Infatti, si snoda lungo tutto il paese.

“Savôrs, Vins, Cjacaradis.”

Settantacinque anni, si… sono trascorse settantacinque primavere e ora come allora, quando nell’aria si inizia ad assaporare i primi tepori primaverili, è tempo della tradizionale Festa del Vino di Bertiolo.

In tutto questo tempo la sagra ha mantenuto salde le sue origini perciò la promozione delle eccellenze enogastronomiche locali e la valorizzazione delle tradizioni friulane sono rimasti punti fondamentali della manifestazione.

Valorizzare le proprie tradizioni, la propria storia ma anche ritrovarsi nelle corti padronali per socializzare è uno dei capisaldi della nostra kermesse come recita il nostro motto “Savôrs, Vins, Cjacaradis.”

A cavallo delle celebrazioni di San Giuseppe le vie e le corti di Bertiolo si animano e si addobbano a festa per accogliere i numerosi visitatori. La Festa Regionale del vino Friulano di Bertiolo, nonostante siano passati quindici lustri, ha luogo lungo le vie cittadine nel mese di marzo. Quest’anno la manifestazione si terrà dal 9 al 24 marzo.

L’iniziativa è caratterizzata dalla presenza dei tradizionali chioschi, realizzati all’interno di cortili padronali lungo le vie del paese, allestiti appositamente per la vendita del vino e dei prodotti gastronomici tipici del territorio.

Le origini dei festeggiamenti risalgono a 75 anni fa, quando gli abitanti della pedemontana friulana venivano nella zona delle risorgive a barattare i loro beni (capi di bestiame) in cambio di vino e prodotti agroalimentari.

I produttori vinicoli bertiolesi, iniziarono ad aprire le loro corti per promuovere la degustazione del frutto del loro lavoro.

Questo appuntamento primaverile, nato per una pura necessità di economia familiare, ha saputo mantenere il proprio spirito e la propria caratteristica pur rinnovandosi negli anni, per la necessità di soddisfare al meglio le varie esigenze degli avventori.

È doveroso ricordare che il comune di Bertiolo, ha sempre rappresentato un punto fondamentale per tutta la cultura vitivinicola regionale tant’è che già nel lontano 1895 un’importante realtà locale che realizzava solforatrici a getto continuo vinse il Primo Premio Medaglia d’Argento del Ministero di Agricoltura Internazionale di Udine.

La Mostra Concorso

Fiore all’occhiello della manifestazione è la Mostra Concorso Vini “Bertiûl tal Friûl” (quest’anno siamo alla 41^ edizione), che coinvolge le aziende e i consorzi per la tutela dei vini DOC della Regione Friuli Venezia Giulia.

Festa Regionale del Vino Friulano a Bertiolo

Pozzecco, 25/02/2016 – Festa Regionale del Vino Friulano a Bertiolo 2016 – Degustazioni
Foto Elia Falaschi_Phocus Agency © 2016

Questa mostra può vantare anche il fatto di aver tenuto a battesimo la prima produzione vinicola che si è fregiata della nuova DOC FRIULI. La particolarità della Mostra Concorso è che è una delle poche manifestazioni nazionali ad avere una doppia commissione di degustazione.

L’edizione del 2023 ha visto la partecipazione di 80 aziende vitivinicole dell’intero territorio regionale che hanno presentato circa 300 campioni di vini.

La Mostra Concorso ha ospitato tutto il mondo vinicolo regionale, infatti oltre ad essere rappresentati tutti i consorzi per la tutela dei vini DOC della nostra regione, le Aziende presenti coprono l’intero territorio vinicolo dal Carso triestino a Sacile.

Questo è un segnale di riconoscimento verso il nostro concorso e le aziende portano con fierezza i loro vini migliori dando un lustro sempre maggiore sia alla nostra manifestazione sia alla loro immagine e ci fanno ben sperare per l’edizione del quarantunesimo che si terrà quest’anno.

La qualità è un punto fondamentale dell’enoteca e le aziende vitivinicole sono sempre più consapevoli della nostra filosofia, della serietà e della validità della Mostra, ci stanno premiando per il lavoro che svolgiamo e ci spronano a proseguire con l’evento. Il premio “Bertiûl tal Friûl” è stato assegnato alla miglior azienda, alla quale è stato consegnato il quadro/mosaico realizzato dal Maestro mosaicista Alverio Savoia, mentre al miglior vino in assoluto è stato attribuito il bollino d’oro “Best Wine 2023”.

A chiusura del concorso i vini vincitori nelle varie categorie, verranno degustati da una seconda commissione che ci permetterà di decretare il miglior vino in assoluto del concorso.

Un altro appuntamento di prestigio è costituito dal premio “Vini DOC per un Friulano DOC” giunto alla 26^ edizione. L’anno scorso è stato premiato l’attore e regista Giuseppe Battiston.

Il premio è nato con l’intento di valorizzare, attraverso un momento di riconoscimento pubblico, le persone nate in Friuli Venezia Giulia che hanno raggiunto traguardi di notorietà extra regionale, e che possono, nel corso dell’appuntamento, essere apprezzate di persona.

Tanti eventi nell’evento

Clicca QUI per vedere il programma dettagliato giorno per giorno, orario per orario

Durante la festa ogni anno è previsto un momento per la promozione delle varie realtà regionali e, nello specifico, di una Proloco. Questa, durante la serata, presenta la propria attività e promuove la storia locale, il territorio e le sue specialità culinarie. Fa degustare ai presenti le proprie eccellenze mentre un nostro collaboratore accosta e spiega il vino che mette in degustazione.

La Pro Loco che viene ospitata quest’anno è di Morsano al Tagliamento (PN) che ci presenterà la tradizionale “Festa dell’oca” e ci farà gustare alcune specialità.

All’interno dell’enoteca, durante tutto l’evento, ci sono serate dedicate alla presentazione di specialità enogastronomiche regionali, incontri culturali con poeti, scrittori, ricercatori, universitari e chef.

La cooperativa “La Rossa Pezzata del Friuli Venezia Giulia” ci presenterà e ci farà assaporare i propri prodotti. Avremo anche una tavola rotonda dal titolo “Le nostre piazze: tempo, spazio, memoria, metamorfosi” dove i relatori ci spiegheranno appunto come sono cambiati i nostri paesi.

Da sottolineare anche le serate dedicate all’azienda vincitrice del concorso “Bertiûl tal Friûl”, e le tradizionali serate dedicate all’abbinamento cibo e vino, serate che quest’anno sono giunte alla 21^ edizione.

Nel corso degli anni queste serate stanno ottenendo un apprezzamento sempre maggiore da parte del pubblico grazie alla qualità dei prodotti presentati ed alla capacità dei relatori nell’esporre in modo semplice, esauriente e qualificato i prodotti agroalimentari, e non solo, del nostro Friuli.

Degno di nota è anche l’ormai tradizionale collaborazione con l’Istituto Tecnico Agrario Statale di Cividale (ITAS). Quest’anno le classi quinte e seste (con indirizzo enologia) dell’Istituto partecipano in Enoteca a una lezione teorica e pratica di degustazione, lezione presieduta da un loro insegnante e dal responsabile delle degustazioni dell’associazione Assoenologi regionale.

Attraverso mostre, iniziative di beneficenza, spettacoli sportivi, musicali e teatrali, corsi di degustazione, si crea così un evento turistico e promozionale di largo respiro, che non tradisce le aspettative dei visitatori.

La Pro Loco ha organizzato eventi dedicati anche agli appassionati dei motori, ricordiamo che il motoraduno, giunto alla 25^ edizione, quest’anno ha l’onere e l’onore di organizzare nuovamente a Bertiolo il raduno nazionale.

Le iniziative intendono far conoscere ad un pubblico sempre più vasto le peculiarità ambientali e naturalistiche del territorio (biotopo di Virco-Flambro dove sono ancora presenti alcune piante uniche al mondo) la storia vitivinicola comunale, le attività commerciali e quelle associative bertiolesi, come ad esempio la forte tradizione musicale (il comune di Bertiolo è sia Città del Vino che della Musica) portata avanti dalla Associazione Culturale e Musicale “La Prime Lûs 1812”, la prima banda musicale del Friuli Venezia Giulia e una delle più longeve d’Italia, che quest’anno a Maggio organizzerà la XIV edizione del concorso bandistico internazionale del FVG.

Durante la manifestazione non viene perso di vista nemmeno il fattore Ecologico, infatti la nostra manifestazione è stata la prima in regione a collaborare con la società A&T2000.

La sensibilizzazione delle persone al riciclaggio non termina qui. Infatti verrà presentato un mercatino dell’usato e dello scambio di libri, in collaborazione con l’associazione “Ragazzi Si Cresce”, dove i frequentatori potranno “scambiare” o acquistare dei libri usati.

Nella giornata dedicata ai bimbi inoltre, verrà promossa l’attività dell’orto botanico, iniziativa dal titolo “piantiAMO amicizie”. L’orto contribuisce al benessere psicofisico delle persone e può diventare un’attività rivivificante poiché permette osservazioni, riflessioni, emozioni positive, sentimenti di gratitudine e senso di auto-efficacia. Durante il laboratorio, i bambini, riempiranno le ciotole a disposizione con terriccio utilizzando vecchi cucchiai di plastica riciclati. Potranno seminare/trapiantare semi di piselli, bulbi di cipolla, insalata o di basilico ecc… L’ orto sinergico si basa sulle diversità come opportunità. Abbineranno leguminose, liliacee, altre orticole, fiori come tagete e nasturzio. Innaffieranno il tutto con spruzzetti riciclati e poi porteranno a casa per apprezzarne la crescita delle piante.

Nella Festa che sta per aprire i battenti riproponiamo l’APP che consente di viaggiare all’interno dell’enoteca per consultare le aziende e i vini presenti.

Da vedere nei dintorni

A due passi da Bertiolo puoi visitare:

  • Villa Manin a Passariano di Codroipo.
  • Museo delle Carrozze d’Epoca a San Martino di Codroipo.
  • Biotopo a Virco-Flambro.

Hai bisogno di contattare gli organizzatori della Festa Regionale del Vino di Bertiolo?

Per maggiori informazioni puoi mandare una mail a: info@bertiolo.com

www.bertiolo.com

Come arrivare a Bertiolo