oppure REGISTRATI ALL'AREA RISERVATA

TI PERMETTERA' DI VEDERE I PROGRAMMI NEL DETTAGLIO DI TANTISSIME SAGRE E FESTE PAESANE EXTRA A QUELLI PRESENTI 'IN CHIARO' SUL NOSTRO SITO

Festa del Vino a San Cassiano di Livenza

dal 12 al 28 aprile 2019

  • specialità alla griglia con cottura alla brace
  • gran fritto misto dell’Adriatico
  • serate prefissate a tema (stinco, spiedone, trota ai ferri)

  • servizio al tavolo
  • piatti in ceramica
  • posate in acciaio
  • tovaglietta

Servizio eliminacode: prendi il numero in cassa, compila l’ordinazione e aspetta il tuo turno, comodamente al tavolo

Orario cucina

  • giorni feriali dalle 19:00 alle 22:00
  • domeniche e festività anche dalle 12:00 alle 14:00

Serate di musica con le migliori rock band del triveneto

Spettacoli collaterali:

  • pedalata in mountain bike
  • pedalata ecologica
  • gara dei taglia erba

Giochi di una volta (vedi programma)

Luna park:

  • dischi volanti
  • tiro a segno
  • pesca il pesce

Parcheggio attorno al campo sportivo, alcune aree parcheggio dedicate e lungo le vie del paese

Da vedere: Parco di Villa Varda – visite guidate con cicerone e pulmino dalla sagra

Curiosità: la Festa del Vino di San Cassiano, originariamente nel dopoguerra, veniva fatta per dare un’entrata alle famiglie che vendevano il vino nuovo degli agricoltori

Festa del Vino a San Cassiano di Livenza

La Festa del Vino a San Cassiano di Livenza nel Comune di Brugnera, in provincia di Pordenone, si svolge nel periodo di Pasqua, dal 12 al 28 aprile 2019.

La festa si svolge nella struttura polivalente dell’Associazione Festa del Vino e nell’annessa tensostruttura montata per l’occasione.


Cosa si mangia?

Il menù è molto vario per soddisfare le esigenze di tutti e punta sulla qualità. Scarica qua sotto il menù completo.

Le carni provengono dalla macelleria della zona che seleziona le carni appositamente per la sagra. La salsiccia è di produzione dei norcini del paese. Il pesce è fresco e non surgelato.

Il servizio eliminacode ti permette di prendere il biglietto e aspettare il tuo turno comodamente al tavolo. Una volta in cassa, l’ordinazione ti arriva direttamente al tavolo.

Particolare cura viene prestata alla pulizia e alla conservazione dei cibi. Le celle frigorifere vengono regolarmente controllate tutte le sere e viene tenuto un apposito registro, in cucina i volontari usano cuffie, guanti e per la pulizia vengono usati prodotti specifici per alimenti.

Scarica qua il menù completo (a breve disponibile)


L’enoteca

Fiore all’occhiello della Festa del Vino di San Cassiano di Livenza è l’enoteca: bellissima con la sua struttura in legno e fornitissima con le migliori etichette del Friuli e Veneto.


Manifestazioni collaterali alla festa

Il mercatino dell’artigianato si svolge la prima domenica e il lunedì di Pasqua. Le pedalate sia in mountain bike che quella ecologica per tutti. Gara dei tagliaerba. Esibizioni di ballo country e di balli caraibici.


La Pesca di beneficenza

Alla Festa del Vino di San Cassiano di Livenza trovi anche la classica pesca di beneficenza. Attenzione: valgono anche gli accumuli: ogni 5 neri hai un premio di consolazione.


Accessibilità

La Festa è facilmente raggiungibile e non ci sono barriere architettoniche.


La Festa del Vino è anche Beneficenza

Il venerdì della settimana prima dell’inizio della Festa del Vino, viene organizzata una serata di beneficenza a favore dell’AIL (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma ONLUS). Con un piccolo contributo, si potranno assaggiare ben 6 pietanze proposte dalle Pro Loco e associazioni locali, in abbinata a 5 degustazioni dei vini presenti alla Festa del Vino.

Le pietanze vengono proposte dalla Polisportiva Tamai, dall’associazione Festeggiamenti Maron, dalla Pro Loco Brugnera in Festa, dalla Pro Loco Portobuffolè, dal Gruppo Festeggiamenti Basedo, dalla Pro Loco Ghirano Porte Aperte e ovviamente dall’Associazione Festa del Vino di San Cassiano di Livenza.


Curiosità

La prima edizione risale al 26 ottobre 1947 (molti la ricordano come Festa del Mosto) quando a San Cassiano di Livenza, piccolo paese agricolo ora della provincia di Pordenone, ma all’epoca ancora sotto la provincia di Udine, il vino costituiva buona parte dell’economia familiare.

Quindi si creò una mostra, una fiera per presentare e vendere il vino prodotto dalle famiglie sancassianesi, ma ottobre si sa, non è il periodo migliore per la vendita del vino: il nuovo è troppo fresco (mosto appunto) e le scorte del vecchio sono ormai agli sgoccioli. Da qui l’opportunità di spostare la festa in un periodo più adatto, legandola alla festività della Pasqua.

Negli anni, come contorno al vino si sono man mano organizzate intrattenimenti vari. Il ballo fu una delle prime attrazioni, considerato la prima forma alternativa di incontro tra ragazzi, dopo la Messa e il Vespero.

Non mancò sin dalle prime edizioni il luna park, con le giostre, tra cui ricordiamo le “catene”, la “gondoletta” e gli intramontabili autoscontri. Poi arrivò la mostra dei bovini e, negli anni in cui si ascoltava alla radio gli storici duelli tra Bartali e Coppi, la gara ciclistica.

Una festa…

…nella quale ai padri si susseguirono i figli, portando di anno in anno novità offrendo oggi un’elevata qualità di vini, di gastronomia e di intrattenimenti.

Nel 1973 la creazione della rosticceria, la prima marcia di Pasquetta nel ’74 e la cicloturistica, trasformatasi più tardi, nella San Cassiano Pedala.

Oltre al connubio con lo sport, sempre dagli anni ’70, si organizzarono mostre d’arte ed eventi culturali.

Scarica qua il programma dettagliato
(disponibile a breve)


Altre manifestazioni organizzate durante l’anno

  • 5 gennaio – Il Pan e Vin
  • 11 novembre – Castagnata
  • Ultimo sabato di giugno – Festa della Famiglia

Per le maggiori informazioni visita il sito:
www.festadelvinosancassiano.it

Articoli recenti